BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 5 maggio 2015

05 Maggio...scriviamo sul 25 Aprile..

L'Italia è libera...è risorta...ma...mi sa che oggi la stiano affossando...





Dal 23 Aprile al 26 Aprile...è stato tutto un "Bella Ciao" nelle più svariate versioni, un festival della retorica, un elenco di bugie, di verità più o meno distorte, dipendeva dalla posizione politica occupata in quel momento...Sono riuscita anche a leggere che qualcuno trovava similitudini tra resistenza e terrorismo...un brivido è corso lungo la schiena...perché oggi...beh..per non gravare le pagine web sulla stessa notizia...atto di gentilezza.
La resistenza è stata una lotta armata nonchè una guerra civile, contro un nemico che era il nazifascismo che delle proprie violenze ne aveva fatto un simbolo da mostrare come per rafforzare il proprio potere e tenere nel terrore un popolo.  I partigiani, al contrario, che piaccia o meno, degli atti di violenza e di tortura (e nessuno nega che non ne abbiano fatti)  non ne facevano uno stendardo, era una guerra, in guerra si uccide o si muore e sei consapevole di entrambi, era una lotta contro un nemico per liberare un popolo, per liberare il proprio Stato.  Erano ragazzi e ragazze , donne e uomini che rischiavano, ovvio che in mezzo ci poteva essere quello più esaltato, quello più violento che magari nell'esaltazione tirava fuori tutta la sua la brutalità repressa...ma consideriamo tutti gli altri..la loro vita, il nascondersi, i tradimenti, le azioni di "guerra"...ma hanno liberato un popolo che oggi ha dimenticato il giusto valore della Resistenza dandole il connotato di terrorismo.

 Ora,  un certo giornale destrorso Libero -( pensa se non ci fossero stati i resistenti oggi quant'era libero!) è riuscito solo ad elencare le violenze da parte dei partigiani, esasperandole o meno come se i nazifascisti fossero mammolette, beh...mi compiaccio con lui...Lui, deduco è uno di quelli che se si trovasse in guerra si presenterebbe davanti al nemico con una rosa tra i denti  e se poi venisse massacrato si volterebbe dal lato dove magari ancora un pezzettino sano è rimasto dicendo qui..qui.....Bravo..molto utile alla causa..

Altra corbelleria è la similitudine tra Resistenza e terrorismo...la prima aveva una sua etica..anche se uccidere non è etico ma gioco forza...era una guerra ..fatta di violenza ed armi da ambe le parti, diciamo " alla pari"....
Il terrorismo no...il terrorismo è atto violento da una sola parte che colpisce non tanto il potere quanto gli inermi...con il risultato che il potere si rafforza nel male o nel bene ..non è alla pari...ammazzi, usi la strategia del terrore ma in maniera iniqua..non riesco a trovarci nulla di etico nel terrorismo.

Riccarda Balla

0 commenti:

Posta un commento