BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

domenica 19 aprile 2015

Piccolo ma sicuro studio su programmi politici di movimenti alternativi alla politica odierna

Saranno più articoli perchè già che si legge poco..se poi gli articoli sono lunghi...tanto vale darsi all’ippica.
L’argomento essendo lungo lo suddivido in tre articoli.


Capitolo 1°


Programma politico Azione Civile.


I programmi politici dei vari partiti, lì per lì ci vengono sempre presentati con enfasi e come panacea di tutti i mali, il vero problema è poi l’attuazione delle sane e buone idee, come si è potuto notare fino ad oggi...predicare discretamente bene per poi  razzolare molto male.

Ma ci sono movimenti che con onestà, caparbietà e sincerità vorrebbero attuare dei programmi sani..ma sbattono contro un  muro che purtroppo tirano su i cittadini stessi che ancora non contenti di pagare con lacrime una politica fatta di interessi personali, rivolta solo ai poteri finanziari, ad un’ Europa delle banche, una politica di stretti legami con mafia, poteri più o meno occulti, indagati che continuano a mettere mani in politica e nella pubblica amministrazione, cittadini pur sempre disposti alla fine a farsi corrompere dalle parole dei soliti e da una cattiva informazione giornalistica, sottoposta ai partiti sovente denigratoria nei confronti di questi movimenti contro corrente.....poi c’è la politica stessa che non ha alcun interesse verso gli onesti, vedendoli come dei rompighiaccio in un ambiente di loschi affari.


Dopo circa un trentennio (e non mi par poco!) di una politica solo rivolta al potere economico-finanziario e per pochi, una politica rivolta alle speculazioni dei prediletti,dando colpi di mazzuolo al lavoro che ha perso diritti e potere con la nascita di grandi diseguaglianze, dando vita al precariato, grave e grande piaga, il precariato si può considerare la negazione al futuro, distruggendo però la piccola e media impresa, l’artigianato, colpendo l’ agricoltura e negando un qualunque piano di ricrescita di un territorio...il debito degli Stati, grazie ad una strategia della BCE, da vera strozzina, hanno un debito che con il Fiscal Compact ricade sulle spalle dei lavoratori  e lavoratrici ma la depressione aumenta..i disoccupati pure...le classi sociali sono state sterminate o poveri o ricchissimi (grazie anche ai nuovi poveri)..è un treno a cui mancano i vagoni intermedi..
L’Europa delle Banche è stata, mi par di notare...devastante, benefici per pochi e tanti, troppi disagi per una moltitudine di persone..
L’Europa deve diventare il nostro alloggio, un’ Europa che guarda ai diritti del lavoro, al rispetto per la gente e non l’Europa di pochi, ai diritto sociali, all’eguaglianza, al progresso economico ed un indirizzo verso una politica costruttiva...un aiuto alla crescita economica data da un' assistenza alle imprese, alle iniziative lavorative, la vera crescita...La BCE come prestatore di “ultima Istanza” e non il boicottaggio attuato fino ad ora.

Riassumiamo:
  • BCE “prestatore di ultima istanza”
  • Isituita una Tobin Tax
  • Promuovere l’audit del debito
  • Rinegoziare il Fiscal Compact
  • Utilizzare le risorse derivanti dalla lotta all’evasione fiscale (cosa che oggi è molto sottovalutata), alla corruzione, economia illegale per una politica di sviluppo e diminuizione del rapporto tra debito e Pil
  • Sostenere riconversione ecologica, favorendo attività a basso consumo di risorse. alta densità occupazionale..
  • Politiche di convergenza fiscale e salariale
  • Creare un indicatore del benessere sociale ed ambientale.


Altra seria e difficile impresa da affrontare è proprio la parte riguardante la "vera" antimafia", la lotta alla corruzione ed agli stretti legami che ci sono tra di loro,contrastare la mafia.fino ad oggi sono state in realtà solo "contrasti" di facciata, gli interessi sono enormi ed ovunque, la lotta all'evasione fiscale è stata adottata solo per colpire le fasce deboli ma la vera fuga di grandi capitali continua come un fiume in piena.
Arginare questo con strumenti veri come il "416 Ter" Scambio elettorale politico-mafioso..Magari accorciare i tempi dei processi? Siamo la barzelletta d'Europa per i tempi biblici...con finali vergognosi....
La Magistratura deve essere in grado di muoversi con tutti gli strumenti necessari senza che la politica possa ostacolarla..come..oramai sappiamo...
Berlusconi e Monti poi con un colpo di spugna avevano eliminato il falso in bilancio, la concussione per induzione, abrogare le tanto amate ed utilizzate "leggi ad personam" occorre e necessita riprendere questi due strumenti per difendere la legalità.

Riassumiamo:
  • Colpire la mafia nelle strutture finanziarie e nell'intreccio con la politica
  • Ripristinare i reati di falso in bilancio e concussione per induzione ed abrogare leggi ad personam
  • Introdurre i reati contro l'ambiente e l'autoriciclaggio
  • Introdurre il reato di tortura
  • Garantire la trasparenza dell'operato delle forze di polizia
  • Sostenere i processi di depenalizzazione e tutelare i diritti della popolazione carceraria
  • Riformare il processo penale e quello civile e renderli più celeri nel rispetto delle garanzie.

Solo la prima parte di un programma completo ed articolato, il prossimo sarà dedicato al lavoro, piccole e medie imprese,  alla laicità, cultura e scuola diritti sociali, ambiente

Non è mia intenzione entrare nel merito di un programma politico piuttosto che un altro  è solo che vorrei che s'iniziasse a credere a delle alternative ..come in passato già ho scritto su RDL..seguirò entrambe ed auspico in un risveglio del buon senso degli italiani.

Riccarda Balla


0 commenti:

Posta un commento