BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 20 aprile 2015

LE MORTI NEL MEDITERRANEO SONO UN CRIMINE


Se il bilancio verrà confermato – e il numero delle vittime si avvicina sempre più alle 700 ipotizzate nelle scorse ore, che sommate alle 100 di rodi – è la scia di sangue e morte più grave registrata nei nostri mari in assoluto.

tutta questo sangue e morte sono scaturite proprio dalle politiche dell’UE e di altre istituzioni occidentali atti a creare le condizioni affinché la traversata del Mediterraneo a bordo di imbarcazioni gestite da scafisti senza scrupoli si trasformino in tragedia, trasformando il nostro mare in un cimitero.

La notizia della morte di oltre 700 migrant deve essere considerato un vero e proprio CRIMINE.

Le misure di impoverimento di massa determinate insieme ai conflitti geo-politici dall’Africa al Medio oriente ci danno conferma di una guerra totale in corso. Una guerra che costringe le persone a fuggire per la salvaguardia della propria vita e della vita dei propri familiari.

Le dichiarazioni di circostanza DEi politici e della gente comune, prive di senso e di umanità, sono un vero atto di ipocrisia e falsitlà di una società occidentale bestiale e totalmente priva di valori.

L’Unione Europea da una parte è riuscita, in tempi immediati ad imporre le politiche di austerity alle popolazioni con risultati devastanti in termini di disoccupazioni in Europa e dall’altra, lascia morire nel Mediterraneo le persone. Senza parlare dei sopravissuti ai quali riserva la gabbia del Regolamento Dublino III.

A FREE.ITALIA non resta che piangere dal dolore e dalla rabbia di vite perse in un mare colmo di cadaveri, uomini e donne come noi a caccia di vita migliore e poter realizzare i loro sogni.

0 commenti:

Posta un commento