BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 16 marzo 2015

Intellettuale oggi.....intellettualoidi...di cui si abbonda!


"Non vuoi oggi salire su un alto monte? L'aria è pura, e si può scorgere più mondo che mai" (Nietzsche)

Il termine intellettuale..intellectualis -  scienza, sapienza, intelligenza (e questo devono essere gli altri a dirlo, e non per lusingare per raggiungere uno scopo) ed arte.

Poi divenne voce del dissenso e cambiamento, senso di difesa della propria libertà di critica, autonomia di pensiero ma prontezza nel raccogliere gli stimoli culturali per migliorarsi ed approfondire. L'intellettuale, anche un pò imprevedibile, riesce a dare forma e sostanza anche ad una cosa sciocca, perchè , semplicemente perchè riesce a tramutare una sciocchezza in qualcosa di intelligente....la sciocchezza la inglobi, la svisceri e le dai un senso.
L'intellettuale ragiona sulle cose e se ne infischia se è contro la corrente della massa...anzi...
L'intellettuale, non sempre ha la risposta pronta...perchè, perchè a volte deve appunto dare un significato alla cretinata sentita o letta...se proprio non ci riesce...cataloga la persona che l'ha detta o scritta tra quelle da sistemare nella scarpiera.
L'intellettuale si ammutolisce di fronte alla totale ignoranza, arroganza e sproloquio dell'intellettualoide, di cui abbondiamo in questo misero periodo, 
L'intellettuale è al di sopra delle bugie, dei sotterfugi, delle critiche che può ricevere, delle gelosie altrui....al contrario dell'intellettualoide, il quale vive per ammaliare, ammalia con  una sua impersonale vita fatta di frasi fatte, modi di dire, atteggiamenti subdoli, è geloso, insicuro, fa lo spavaldo, usa atteggiamenti sbarazzini...si studia allo specchio, vive di recita ,si auto compiace, cerca sempre consensi...pronto a cambiare idea...a seconda da dove tira il vento.
L'intellettuale....è caparbio, è un soggetto "improbabile"...dotato di umorismo...un pò lunatico, non ama la lusinga, non gli piace proprio....ed è malgrado tutto un ingenuo....ma al contrario dell'intellettualoide, lavora di cervello e non di furbizia, quest'ultima è una prerogativa degli intellettualoidi.  Gli intellettualoidi parlano sempre ma  sono noiosi....a lungo andare la loro prevedibilità stanca...siamo pieni di questi soggetti....ovunque...con una strana tendenza verso una sinistra...che è morta almeno 15 anni fà...ma loro non se ne sono accorti...alcuni forse un pò più furbi, guardano a destra....che poi a conti fatti sempre miseria umana è.

Riccarda Balla (ne l'uno nè l'altro ma libera pensatrice)

2 commenti:

  1. Gli intellettuali sono diventati servi del potere, gli intellettualoidi lo sono sempre stati. Rimangono in circolazione i liberi pensatori che, per essere tali, pagano il prezzo dell'esclusione da tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intellettuale al singolare!!! Intellettualoidi al plurale!

      Elimina