BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

sabato 14 febbraio 2015

Piemonte - Alba: Siamo cresciuti con il suo cioccolato


L'industria italiana piange uno dei suoi grandi protagonisti. È morto oggi pomeriggio a Montecarlo, dopo mesi di malattia, Michele Ferrero, 89 anni, proprietario dell'omonimo gruppo dolciario. Lo rende noto la stessa azienda di Alba, dove verrà allestita la camera ardente.


Siamo cresciuti con tutte le sue variazioni di cioccolato, cioccolatini, ovetti, merendine....e poi le raccolte dei tanti pupazzini, le sorpresine da montare...la Nutella, inimitabile....grande attrice in tanti film...

Un'azienda rimasta in Italia, che non è scappata, che esporta in  tutto il mondo i suoi prodotti.
In un'intervista disse: «La mia unica preoccupazione è che l'azienda sia sempre più solida e forte per garantire a tutti coloro che ci lavorano un posto sicuro». 

Una frase che sarebbe bello sentirla uscire dalla bocca dei politici o dei sindacati, con la reale volontà di attuarla così come ha fatto Michele Ferrero. Speriamo solo che con la sua morte non succeda quello che avviene a volte, anzi troppo spesso avviene....gli interessi, le invidie sia famigliari che societari non distruggano uno dei pochi "fiori" all'occhiello  rimasto in Italia.

Riccarda Balla

0 commenti:

Posta un commento