BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

domenica 1 febbraio 2015

Astronomia: il cielo di febbraio

Giove domina il cielo di febbraio, dove è perfettamente visibile per tutta la notte. Gli fanno compagnia lacometa Lovejoy, ancora alla portata di binocoli e telescopi, e laStazione Spaziale Internazionale, che è di nuovo possibile seguire la sera nel suo passaggio.


La cometa C/2014 Q2 Lovejoy, che il 30 gennaio ha raggiunto la distanza minima dal Sole, ha raggiunto una luminosità tale da essere ancora visibile, naturalmente nei cieli più bui e con l’aiuto di un binocolo o di un piccolo telescopio. Per chi volesse seguirla lungo il suo cammino, il 2 e 3 febbraio la cometa passerà vicino alla galassia NGC 891 e subito dopo, il 4 e 5 febbraio, sarà accanto ad Almach (Gamma Andromedae). Dal 18 al 22 febbraio incontrerà la nebulosa M 76 raggiungendo la minima distanza il 20 febbraio (meno di mezzo grado).

Il Sole, il 1 febbraio sorge alle 07.25 e tramonta alle 17.26; il 15 febbraio sorge alle 07.08 e tramonta alle 17.44; il 28 febbraio sorge alle 06.49 e tramonta alle 18.00. La durata del giorno aumenta di 1 ora e 10 minuti dall’inizio del mese. La Luna sarà piena giorno 4, mentre il 6 raggiungerà l’apogeo (a 406.127,00 chilometri dalla Terra); il 12 sarà in Ultimo Quarto alle 04:54; novilunio e perigeo il 19 (357.068,00 chilometri dalla Terra); infine Primo Quarto il 25 alle 18:16.

Per quel che riguarda i pianeti, Mercurio dopo la congiunzione con il Sole ricompare al mattino, tornerà visibile tra le prime luci dell’alba, sempre basso sull’orizzonte orientale. All’inizio di febbraio Venere tramonta 2 ore dopo il Sole, da non perdere la congiunzione con Marte il 21. Marte è visibile solo nelle prime ore della sera, basso sull’orizzonte occidentale. Per Gioveè il periodo di migliore osservabilità, il 6 febbraio si trova in opposizione al Sole, e rimane quindi osservabile per tutta la notte, ad est nelle prime ore della sera, in culminazione a sud intorno alla mezzanotte, ad occidente nelle ore che precedono l’alba. Dopo il tramonto di Venere, Giove è l’astro più luminoso della volta celeste. Saturno sorge nel corso delle ultime ore della notte, è facilmente individuabile a sudest prima dell’alba, poco più alto in cielo rispetto ad Antares.Urano è osservabile nelle prime ore della notte a sud-sudovest, ma la luminosità è al limite della visibilità ad occhio nudo. Nettuno è ormai inosservabile. All’inizio del mese si trova già molto basso sull’orizzonte occidentale ed ormai difficile individuarlo tra le luci del crepuscolo.

Il cielo è dominato dalle grandi costellazioni invernali: protagonista indiscussa in direzione meridionale è sempre Orione, con le tre stelle della cintura (Alnitak, Alnilam e Mintaka) ed i luminosi astri Betelgeuse e Rigel. Più in alto le costellazioni del Toro con Aldebaran, la costellazione dell’Auriga con Capella, i Gemelli con le stelle principali Castore e Polluce. A sinistra in basso rispetto ad Orione, nella costellazione del Cane Maggiore brilla Sirio, la stella più luminosa del cielo. Ad ovest, nelle prime ore della sera, tramontano le costellazioni autunnali di Andromeda, del Triangolo, dei Pesci e dell’Ariete. A nordovest Cassiopea con la sua inconfondibile “W”; tra Cassiopea e il Toro, la costellazione del Perseo. Più a nordest l’Orsa Maggiore, vicino alla quale si trova la piccola costellazione dei Cani da Caccia. Il cielo in meridiano del mese di febbraio indica una transizione tra le costellazioni invernali e le maggiori costellazioni estive: da est arriva il cielo più primaverile, che la farà da padrone con l’andare delle ore e dei giorni: il Leone di Regolo, il Leone Minore e, infine, la Vergine, ancora fuori stagione.

Congiunzioni: Luna-Giove (il 3 ore 19:30); Luna-Saturno (il 13 ore 03:00); Luna-Mercurio (il 17 ore 06:00); Luna-Venere-Marte (il 20 ore 20:00); Venere-Marte (il 21 ore 20:00)

Gli sciami meteorici che di febbraio sono: Alpha Idridi dal 05/01 al 14/02 con picco il giorno 19; le Eta Carinidi dal 14/01 al 27/02 con picco il giorno 21; le Alpha Carinidi dal 24/01 al 09/02 con picco il giorno 30; le Delta Velidi dal 22/01 al 21/02 con picco il giorno 5; Alpha Centauridi dal 28/01 al 21/02 con picco il giorno 7; Omicron Centauridi dal 31/01 al 19/02 con picco il giorno 11; le Leonidi dal 01/02 al 28/02; Delta Leonidi dal 15/02 al 10/03 con picco il giorno 24; le Gamma Normidi dal 25/02 al 22/03 con picco il giorno 13.

Le comete visibili nel mese di febbraio sono: C/2014 Q2 (Lovejoy), magnitudine 5; 15P/Finlay, magnitudine 10; C/2012 K1 (PanSTARRS), magnitudine 11; 19P/Borrelly, magnitudine 12; 32P/Comas Sola, magnitudine 13; 88P/Howell, magnitudine 9; C/2013 A1 (Siding Spring), magnitudine 11; C/2014 R1 (Borisov), magnitudine 13; C/2013 F3 (McNaught), magnitudine 10; 29P/Schwassmann-Wachmann 1, magnitudine 13:

Gli asteroidi del mese di febbraio sono: Hermentaria, magnitudine 9 nella costellazione dei Gemelli; Hesperia, magnitudine 9 nella costellazione del Cane Minore; Devosa, di magnitudine 9 nella costellazione dei Gemelli.

0 commenti:

Posta un commento