BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

domenica 8 febbraio 2015

Allerta Meteo, domani neve a palate sulle coste del Sud


Massima Allerta Meteo per le prossime ore al Sud: confermata la violenta irruzione gelida proveniente dalla Scandinavia, le temperature crolleranno già da stasera dopo le 20 nelle Regioni Adriatiche, dopo le 22 anche al Sud e nella notte in Sicilia.
Arriverà un freddo polare con temperature che domani raggiungeranno i -15°C in mattinata lungo tutta la dorsale Appenninica dall’Abruzzo all’Aspromonte, sotto i duemila metri di altitudine. In Sicilia l’Etna arriverà a -10°C sempre sotto i duemila metri di quota. Gelo intenso anche sulle coste, fino a -3°C tra Abruzzo e Puglia, -2°C tra Campania e Calabria, 0°C in Sicilia.


Come già anticipato, il gelo sarà molto simile a quello dell’irruzione di fine 2014-inizio 2015, ma stavolta le precipitazioni saranno molto più estese, diffuse e abbondanti. La zona più colpita sarà l’estremo Sud, tra basso Tirreno e Stretto di Messina: proprio nello Stretto, a Messina e Reggio Calabria, potrebbero cadere fino a 15cm di neve in spiaggia, con una grande nevicata anche nelle zone joniche fin su Catania. Neve anche a Palermo, e con accumulo su tutto il litorale tirrenico siciliano. Accumuli abbondanti anche nelle Regioni Adriatiche tra Abruzzo, Molise e Puglia, con accumuli abbondanti a Pescara, Termoli, Bari e Brindisi, ovviamente ancora di più nelle zone interne dell’Appennino e sulle Murge.


La neve cadrà diffusamente su gran parte del Sud, nonostante la complessa orografia del territorio: i venti impetuosi, infatti, consentiranno il fenomeno dello “sconfinamento appenninico” che ha consentito alla neve di arrivare fin su Napoli e Salerno già il 31 dicembre scorso. Neve ovunque anche in Puglia, fin sul Salento, comprese Taranto e Lecce. Attenzione ai venti impetuosi di tramontana, potranno raggiungere i 130km/h nel mar Jonio e saranno simili a quelli di un uragano per tutta la giornata di domani, lunedì 9 febbraio. Anche nello Stretto di Messina soffieranno fino ad oltre 110km/h, e saranno impetuosi in tutto il Paese, provocando danni e disagi oltre a violente mareggiate sulle coste esposte. Alto rischio di trombe d’aria nella neve, specie nelle zone costiere del mar Jonio e del basso Tirreno.

Le 
previsioni degli accumuli nelle città capoluogo di provincia delle zone interessate dal peggioramento (ovviamente in montagna, collina e nelle zone interne gli accumuli saranno ben più abbondanti):

  • Ancona 2-10cm
  • Macerata 5-15cm
  • Fermo 5-15cm
  • Ascoli Piceno 10-20cm
  • Teramo 20-30cm
  • Pescara 10-30cm
  • Chieti 15-40cm
  • L’Aquila 2-10cm
  • Frosinone 0-5cm
  • Latina 0-5cm
  • Isernia 10-30cm
  • Campobasso 20-40cm
  • Caserta 0-5cm
  • Benevento 10-25cm
  • Napoli 0-5cm
  • Avellino 5-15cm
  • Salerno 0-5cm
  • Foggia 5-15cm
  • Barletta 10-30cm
  • Trani 15-30cm
  • Andria 20-40cm
  • Bari 10-30cm
  • Brindisi 10-30cm
  • Taranto 5-15cm
  • Lecce 2-10cm
  • Potenza 15-40cm
  • Matera 10-35cm
  • Cosenza 5-20cm
  • Crotone 5-15cm
  • Catanzaro 5-10cm
  • Vibo Valentia 10-30cm
  • Reggio Calabria 5-20cm
  • Messina 5-20cm
  • Palermo 5-10cm
  • Catania 2-10cm
  • Trapani 0-10cm
  • Enna 15-35cm
  • Agrigento 0-5cm
  • Caltanissetta 5-15cm
  • Ragusa 5-15cm
  • Siracusa 0-10cm

0 commenti:

Posta un commento