BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 19 gennaio 2015

MULTA DI 25 EURO.....chiacchierava al cellulare in mezzo alla strada!


Succede in provincia di Como,,,,,multata per strada, 25 euro, perchè distratta dal cellulare, si trovava in zona pericolosa (in mezzo alla carreggiata?? a piedi??)

In effetti questa smania di chattare, leggere i messaggi, più o meno dialogare dei fatti propri in pubblico (però a volte è divertente ascoltare.....si scoprono cose molto hard!), controllare i "mi piace su fb,, inviare foto di sè stesse mentre si sbatte contro un lampione... insomma il cellulare è oramai uno strumento più pericoloso di un Ciao su strada bagnata. Il pericolo del cellulare in macchina è quasi superato da quello del cellulare mentre cammini per strada...a volte perdi la rotta....e poi non sai dove accidenti sei...o meglio perchè sei altrove.
In effetti è più facile essere schivato da un elefante che dalle orde di chattatori folli che ti vengono incontro...anzi in "scontro"...e le scuse? nooo..devi essere tu investito a farle...hai disturbato il loro discettare su temi fondamentali per il futuro dell'intera umanità! Al supermercato intere file di carrelli immobili ad intasare le corsie....ma cosa avranno di così importante da scrivere le proprietarie dei carrelli? Ma come facevano in passato?? la bimba che chatta con la mamma ....anzichè darle la mano??
La privacy?? beh....oramai è superata dalle urlate al telefono....storie di vita, tradimenti, amori, debiti, sfratti....ho scoperto che la maggior parte dei figli sono dei cretini....quel cretino di mio figlio, senti che ha fatto.....Insomma la vita urlata..non importa se dai fastidio....prendila come se tu fossi presente ad una commedia...magari facciamo pure l'applauso finale....comunque sovente è una commedia...ma tristemente non è un testo scritto ma vissuto.
Il guaio? Quando appunto si fermano in mezzo ad una carreggiata! O attraversano con il semaforo rosso....
Reputo giusta questa multa...

Riccarda Balla






0 commenti:

Posta un commento