BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 27 gennaio 2015

IL GIRO DI TORINO IN 501 LUOGHI (LAURA FEZIA)



Non è un libro del genere navigatore satellitare o un pallosissimo libro in cui si racconta la “rava e la fava” di ogni singola pietra, bensì un simpaticissimo libro su Torino e sui luoghi da visitare che vale la pena vedere, proprio con il libro in mano.
Ogni pagina un luogo, in questa pagina c’è tutto storia, fantasie, realtà,  a dimostrazione del fatto che si può dire tutto senza dilungarsi, senza essere noiosi.


Di Laura apprezzo non solo la capacità di sintetizzare ma anche l’ironia e l’onestà nei commenti.
Chi abita a Torino….beh...secondo me riesce ad amarla ancora di più leggendo queste pagine…
Torino, una città che riesce sempre, malgrado tanti tentativi di appiattirla ad essere elegante, ha un’eleganza antica, è una città educata, anche i cani sono educati.
Torino con i suoi colori, certi tramonti e certe albe..sono una tavolozza, la tavolozza di un pittore impressionista che si lascia andare con tutte le sfumature dei gialli, ocra, verdi...che si riflettono sul Po.
Torino, sicuramente magica….Torino, armoniosa...Torino che puoi anche non amare ma sicuramente ti lascia sempre dentro qualcosa che non riesci a definire….magari ci ritorni.
Torino con i suoi giganti che la proteggono, il Musinè , con tutti i suoi misteri, veri alcuni, altri di splendida fantasia che riconosci ma non lo ammetti. La Sacra di San Michele, la linea energetica, la Mole...che spicca sempre.con gran dispetto del nuovo grattacielo!!
La Fontana Angelica, (il 400° luogo), ricca di significati esoterici, e qui Laura racconta di un  episodio alquanto particolare: il cui titolo del giornale Stampa Sera declamava: “Le foche hanno scelto la libertà nella vasca della Fontana Angelica”… Lascio a voi la curiosità di andarlo a scoprire…
E poi le erboristerie, le pasticcerie, le cremerie…..i portici…. Torino è una città culturalmente viva, interessata al progresso, al moderno….ma tutto sempre si deve inserire senza creare dissonanze….un torinese è molto attento!
Il 258° luogo, beh...i simboli massonici, sparsi un pò ovunque per tutta la città…
il 190° luogo, la casa degli spettri..
Non dimentichiamo il Museo Egizio, sensazioni, pulsioni….vibrano all’interno e te le senti vibrare dentro…
Insomma un viaggio a Torino, di qualche giorno, previa lettura del Libro Il giro di Torino in 501 luoghi e portarselo con sè...vale veramente la pena sotto molti aspetti...anche di vibrazioni positive...a volte no...dipende dalla persona…ma la curiosità di scoprire luoghi magici vi deve prendere.
Su Torino si è detto tanto:


Fra le città d’Italia Torino è quella nella quale il bel sesso ha tutti i fascini che l’amore gli può desiderare Giacomo Casanova ;


Non potevo immaginarmi una città bella come Torino, nulla vi manca; l’occhio non è mai ferito, ma sempre colpito e affascinato … più procede il mio viaggio, più scopro altre città, meno di ritrovare un’altra Torino Alphonse de Lamartine;


Tra le buone cose notate a Torino, non dimenticherò mai il bicerin, una specie d’eccellente bevanda composta di caffè, latte e cioccolata, che si serve in tutti i caffè, ad un prezzo relativamente basso Alexandre Dumas pére;


Sono passato vicino alla Mole Antonelliana , l’edificio più geniale che è stato forse costruito per un assoluto impulso verso l’alto - non ricorda nient’altro se non Zarathustra. L’ho battezzato Ecce Homo e l’ho circondato nel mio spirito con un immenso spazio libero Friedrich Wilhelm Nietzsche…

Buona lettura e buon viaggio verso Torino.
Grazie Laura Fezia!


Riccarda Balla


0 commenti:

Posta un commento