BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 8 dicembre 2014

Prevenire la sordità grazie ad un precursore della vitamina B3

Prevenire la perdita dell’udito grazie ad un precursore della vitamina B3. E’ quanto scoperto da ricercatori del Weill Cornell Medical College e degli Istituti Gladstone. Pubblicato sulla rivista ‘Cell Metabolism’, lo Studio, effettuato su cavie da laboratorio, ha utilizzato la nicotinamide riboside (NR) per proteggere i nervi della coclea, parte dell’orecchio interno che trasmette informazioni al ganglio spirale, da cui poi arrivano al cervello.
Un meccanismo che puo’ venir danneggiato dall’esposizione a rumori forti, causa di danni alle sinapsi che collegano i nervi e le cellule ciliate della coclea, con conseguente perdita dell’udito. Fornendo ai topi un’integrazione di NR prima o dopo la loro esposizione a rumori forti, i ricercatori sono riusciti a prevenire danni alle connessioni sinaptiche, sia a breve che a lungo termine. Inoltre l’efficacia era indipendente dal fatto che e’ la sostanza fosse stata data prima o dopo l’esposizione al rumore. “Una delle maggiori limitazioni nella gestione dei disturbi dell’orecchio interno e’ che ci sono un numero molto limitato di opzioni di trattamento. Questa scoperta indica un percorso unico e una terapia farmacologica potenziale per trattare la perdita dell’udito indotta dal rumore”, dice Kevin Brown, professore associato di otorinolaringoiatria-chirurgia della testa e del collo presso la University of North Carolina School of Medicine. I ricercatori hanno inoltre verificato che la nicotinamide riboside protegge le cellule nervose, perche’ aumenta l’attivita’ della proteina sirtuin 3 (SIRT3), coinvolta nella funzione dei mitocondri, le centrali elettriche della cellula, e che diminuisce naturalmente con l’eta’. Lo Studio potrebbe quindi aprire la strada al trattamento di altri tipi di disturbi legati all’invecchiamento.

0 commenti:

Posta un commento