BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

venerdì 12 dicembre 2014

PALERMO: sciopero generale..Le rivoluzioni non si fanno con l'acqua di rose.

Oggi a Palermo sciopero generale..con lungo corteo e solite critiche di chi ancora si sente al sicuro.

Uno sciopero fatto da persone che hanno perso tutto e che non vedono alcuna luce di ripresa, è un bollettino di guerra, tra esercizi commerciali chiusi, esodati, piccole e medie imprese soffocate...laureati e non che non hanno molte speranze...licenziati e cassa integrati....la città si divide tra chi sa che le speranze stanno morendo e chi...malgrado l'informazione di un'Italia alla deriva, in balia di truffaldini si sente al sicuro o garantito una sorta di benessere...l'oblìo o assoluto egoismo?
La manifestazione a cui hanno partecipato in molti....è per così dire "degenerata" per un gruppo di studenti che forniti di lacrimogeni e uova, hanno deviato verso la sede del PD e con una qual certa ragione hanno dimostrato non solo la loro delusione, bensì rabbia, rabbia giusta...forse..il gruppo isolato doveva non essere più tanto isolato, perchè di scioperi ne sono stati fatti, contestazioni pure..ma tutto prosegue verso il declino,  Non sono per la guerriglia, ho sempre poco tollerata la violenza..ma alla luce anche delle ultime porcherie tutte politiche e del degrado in cui stiamo sprofondando, dico che  i ragazzi questa volta hanno tutta la mia approvazione... Peccato che non sono stati compresi da tutti gli altri partecipanti allo sciopero.  ...I sindacati, ricordiamoci sempre, sono in realtà dei satelliti della politica...con una mano t'illudono e con l'altra patteggiano con il nostro nemico. 
No soy un libertador. Los libertadores no existen. Son los pueblos quieneas se liberan  a si mismos.
Non sono un liberatore. I liberatori non esistono. Sono solo i popoli che si liberano da se. - Che Guevara (Ernesto Che Guevara de la Serna)
Ma il popolo non è ancora pronto. Riccarda Balla 






0 commenti:

Posta un commento