BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

martedì 2 dicembre 2014

Massimo Carminati arrestato. Indagato Gianni Alemanno.


L’ultimo “re di Roma”, Massimo Carminati, è stato arrestato nell’ambito di un’indagine della Procura della Capitale per associazione mafiosa, ex articolo 416 bis. L'accusa è di associazione a delinquere di stampo mafioso. Tra gli indagati c'è anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Gli indagati nell'ambito dell'operazione sono 37. Il Gip del tribunale di Roma, Flavia Costantini, ha emesso una ordinanza di custodia cautelare per 28 persone. Tra gli arrestati anche l'ex ad dell'Ente Eur, Riccardo Mancini. Sono indagati anche i consiglieri regionali Eugenio Patanè (Pd) e Luca Gramazio (Pdl-Fi). Gli uffici della Pisana dei due consiglieri sono stati perquisiti dal Ros. Perquisiti anche gli uffici del presidente dell'Assemblea capitolina Mirko Coratti (Pd): anche lui risulta tra gli indagati.


L'operazione è in corso dalle prime ore di martedì 2 dicembre. Al centro delle indagini del Ros un sodalizio mafioso da anni radicato nella Capitale e facente capo a Massimo Carminati, con diffuse infiltrazioni nel tessuto imprenditoriale, politico e istituzionale. Documentato un ramificato sistema corruttivo finalizzato a ottenere l'assegnazione di appalti e finanziamenti pubblici dal comune di Roma e dalle aziende municipalizzate, con interessi anche nella gestione dei centri di accoglienza per gli immigrati.


I Carabinieri stanno eseguendo nelle province di Roma, Latina e Viterbo, un'ordinanza di custodia cautelare emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Roma nei confronti di 37 indagati per associazione di tipo mafioso, estorsione, usura, corruzione, turbativa d'asta, false fatturazioni, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e altri reati.


Fonte: HuffingtonPost

0 commenti:

Posta un commento