BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

venerdì 28 novembre 2014

Il turismo in Sicilia ovvero la storia di un bambino non ancora nato

I distretti culturali e turistici dovrebbero generare ricchezza in quantità industriali. In teoria. Al massimo si parla di politiche di marketing territoriale rivolte al turismo. Il caos pirandelliano prende il sopravvento non appena si tenta di mettere in gioco il nostro patrimonio di bellezze. Un territorio, quello siciliano, ad altissimo potenziale che si disperde tra inefficienze burocratiche e politiche.
Poco o nulla è cambiato nelle politiche di valorizzazione culturale dei vari distretti, tranne le estemporanee decisioni di Comuni, Province/Liberi consorzi ( cambia qualcosa? In meglio?), e Regione che hanno gemmato un’infinità di associazioni di scopo, consorzi, enti pubblici e privati che sovente si sovrappongono o si elidono l’un con l’altra …
Ci si muove in ordine sparso, nella nostra migliore tradizione!

die fackel

0 commenti:

Posta un commento