BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

mercoledì 5 novembre 2014

e si ritorna a parlare di socialismo.. Rinascita Socialista .RDL: MARCO CRAXI

In questa grande bagarre di partiti, partitini, partitucoli, dallo spirito ondivago che hanno creato soltanto la disgregazione dei grandi partiti storici, frantumandoli in fazioni e creando un numero sempre maggiore di mangiapane a tradimento, si sta affacciando il partito RDL, che sta riscuotendo un sempre maggior numero di adesioni e consensi, il segretario nazionale MARCO CRAXI che sinceramente, avendo vissuto il PSI nel periodo in cui in Italia era un partito di punta, non nasconde  gli errori  commessi che sono stati comunque pagati (forse uno degli ultimi a pagare fu proprio Bettino, perchè da quel momento in poi errori tanti e tutti comunque sempre sulla cresta dell'onda),
Marco sulla scorta della sua esperienza ridà forza alle idee socialiste modernizzandole, adeguandole alle esigenze di oggi, cerca unità nelle idee di tutti i segretari ad oggi nominati dal nord al sud perchè l'idea non è quella di esserci per se stessi ma quella di esserci per riportare ordine in un Italia che è allo sbando e guidata da menti scriteriate.
Una delle basi su cui si fonda il socialismo :" La filosofia illuminista ha proclamato la libertà e l'uguaglianza naturali di tutti gli esseri umani come di tutti i popoli. Di conseguenza, sono moralmente ingiustificabili sia le politiche di conquista militare, imperialistiche e colonialistiche di una nazione nei confronti di altre popolazioni, che le forme di dominio di una classe privilegiata sulla maggioranza di una società civile."
Dice Marco Craxi, per altro in una gradevole pseudo intervista telefonica, Oggi ci stiamo creando spazio e visibilità sul territorio, ma siamo consapevoli che questa battaglia non può essere dei singoli ma di tutti, ecco la nostra volontà, tutti coloro che vogliono cambiare l'attuale modo di fare politica sono i benvenuti ma sopratutto saranno ascoltati, consigli ed esperienze servono a crescere.

Marco crede in maniera assoluta che pur guardando avanti ci sono delle parole che sono fondamentali per un essere umano che non saranno mai vecchie e non dovranno mai essere dimenticate: 
 come UGUAGLIANZA DELLE OPPORTUNITA', MERITOCRAZIA, LIBERTA' e GIUSTIZIA SOCIALE non possono e non devono essere accantonate.
Sembra il suo un linguaggio appartenente ad un' altra epoca, ad un passato sicuramente molto più concreto e molto più sano invece sono e saranno sempre dei concetti fondamentali  per una base sana su cui costruire uno Stato libero.
Mi è piaciuto di Marco Craxi la sua tranquilla ed obiettiva analisi del passato, e sopratutto la sua capacità di discernere il buono dal cattivo, dimostrando ampie vedute e logica nell'apprezzare ciò che nel passato è stato giusto e farne tesoro, come dire ogni medaglia ha un suo rovescio...non ripetiamo gli errori, non dimentichiamo ma nel contempo gli sbagli non devono farci dimenticare l'altra faccia positiva della medaglia.
Due voci dello Statuto mi hanno colpita, la prima in particolare è come se si volesse fare un bel mazzo di rose evitando le spine, ovvero chiunque ha come principio l'uguaglianza in senso lato è ben accetto, in qualunque deludente partito di oggi c'è chi riesce ad essere onesto, rispettoso, con idee valide per la comunità e naturalmente essendo contro i modi operandi dei movimenti politici non ha molta possibilità di emergere...anzi....in RDL possono trovare la loro libertà di espressione e rispetto.
Non smetterò di seguire la crescita di RDL e dei suoi successi ma sarà anche mia cura seguire nomine dei segretari, le promesse e metterò in evidenza ciò che considero in contrasto. Farò l'avvocato del diavolo.   Riccarda Balla






0 commenti:

Posta un commento