BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

lunedì 10 novembre 2014

Cioccolato Fondente..Sii e sempre!!! Regalo natalizio !!

Col passare degli anni la memoria fa cilecca? È normale. Ma da ora c'è un altro modo per evitare l'inevitabile declino della memoria, ai miei tempi di bimba le poesie a memoria, le ricordo ancora (o ricordo mia mamma che mi faceva ripetere Pascoli?), poi al ginnasio le poesie un pò "spinte" di Juke box all'idrogeno tipo“Assaggia la mia bocca nel tuo orecchio”“...vieni Poeta taci, mangia la mia parola”  beh oggi grazie alla scienza basta mangiare un po’ di cioccolato fondente.
 L’azione benefica sulla memoria avviene grazie ai composti bioattivi contenuti nel cacao, i cosiddetti flavanoli. Lo studio, condotto dagli scienziati del Columbia University Medical Center (CUMC), fornisce la prima prova diretta che il declino della memoria negli esseri umani, correlato all’età, è causato da variazioni che avvengono in una specifica regione del cervello. E che tale forma di declino della memoria potrebbe essere invertita da un intervento dietetico. Ci credo ciecamente, forse ci credono anche i dermatologi, i dentisti ed i dietologi, ma che il cioccolato sia un toccasana ha tutta la mia approvazione!
I cambiamenti che avvengono nel "Giro dentato"(e qui i dentisti gongolano..ma cadono in errore!) – è
un’area corticale che controlla la nutrizione e regola le reazioni di attacco e difesa – sono associati con il declino della memoria. I ricercatori hanno reclutato 37 volontari sani di età compresa tra i 50 e i 69 anni. Dopo averli suddivisi a caso in due gruppi, alcuni sono stati indirizzati a ricevere una dieta ricca di flavanoli (900 mg di flavanoli al giorno), mentre altri a una dieta a basso contenuto di flavanoli (10 mg di flavanoli al giorno) per tre mesi. Sia prima che al termine del periodo di studio i partecipanti sono stati sottoposti a test di imaging cerebrale e della memoria.

I risultati finali dello studio, pubblicati su Nature Neuroscience, hanno mostrato che il gruppo con un’alta assunzione di flavanoli aveva ottenuto punteggi significativamente superiori nel test della memoria. Secondo il dottor Small, se un partecipante aveva la memoria tipica di un sessantenne all’inizio dello studio, dopo tre mesi di assunzione di flavanoli la persona aveva mediamente la memoria tipica di 30 o 40 anni d’età. Se abbiamo problemi a mangiare cacao, i ricercatori ricordano che i flavanoli li troviamo anche nelle foglie di tè, e anche il alcuni tipi di frutta e verdura. Tuttavia, le concentrazioni e le forme variano anche di molto da alimento ad alimento. Quello più equilibrato pare sia comunque il cacao,. Alla conclusione di queste ricerche ho deciso a Natale quest'anno regalerò cioccolato fondente ad un buon numero di persone!! Io devo diminuire la dose..altrimenti mi ritrovo a ripetere le poesie del Pascoli...Comunque bando ai miei giochi...che il cioccolato sia una cosa eccezionale ne sono convinta!!! ma attenzione: cioccolato fondente..non surrogati strani..quelli sono destinati ai poveri di spirito!

Riccarda Balla



0 commenti:

Posta un commento