BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

venerdì 28 novembre 2014

Attenti ai lotti di vaccino 142701 e 143301!

Due lotti di vaccino anti-influenzale FLUAT, prodotto dalla NOVARTIS, sono stati bloccati a seguito di tre decessi che si sospetta essere collegati alla somministrazione dello stesso. L’Agenzia italiana del farmaco, AIFA, si è affrettata a dichiarare che “I tre eventi a esito fatale hanno avuto esordio entro le 48 ore dalla somministrazione delle dosi dei due lotti” e ha sottolineato che il divieto di utilizzo dei due lotti ha carattere “esclusivamente cautelare”. L'Aifa, bontà sua, "invita i pazienti che abbiano in casa confezioni del vaccino Fluad a verificare sulla confezione il numero di lotto e, se corrispondente a uno di quelli per i quali è stato disposto il divieto di utilizzo, a contattare il proprio medico per la valutazione di un'alternativa vaccinale." (fonte Repubblica)



Milillo, segretario dell’Associazione dei medici italiani, FIMMG, ha confermato una specificazione rassicurante, ossia che gli eventi che hanno portato alla morte i tre pazienti tra il 12 e il 18 di novembre, si sono manifestati entro le 48 ore dalla somministrazione e che il divieto di utilizzo dei lotti in questione ha carattere “esclusivamente cautelare”. Detto in centoni: “Se sopravvivi per 48 ore, non muori” Lapalisse applaude.


La NOVARTIS, da parte sua, dichiara di avere “piena fiducia nella sicurezza ed efficacia dei propri vaccini anti-influenzali”, di aver subito eseguito “una revisione preliminare dei lotti di vaccino interessati” il cui esito “ha già riconfermato la qualità e la conformità del vaccino FLUAT”.


Ma il bello viene ora : “Intanto si apprende - dice Televideo - che i lotti 142701 e 143301 prodotti negli stabilimenti di Siena e ora sospesi erano destinati alle ASL non per la vendita in farmacia.” Tradotto: chi paga può stare al sicuro. Chi è esente è, invece, nelle mani della professionalità della sua ASL o del suo medico di famiglia. Non dubitiamo che ogni ASL d’Italia si premurerà di verificare il numero dei lotti a disposizioni. Ma se qualche incuria, qua e là, non garantisse questo controllo, ai pazienti non resta che giocare alla roulette russa per 48 ore …




Intanto, in Liguria hanno sospeso le vaccinazioni e in Veneto stanno effettuando verifiche.


Siccome è difficile pensare che le autorità sanitarie della Liguria e del Veneto si siano fatte prendere dal panico e abbiano esteso il principio di precauzione senza un motivo, sarebbe interessante sapere se anche in quelle regioni si sono avuti casi di morte o forti reazioni al vaccino. Inoltre, perché non si è comunicato subito il numero dei lotti collegati ai decessi, che sono avvenuti oltre 10 giorni fa?


Personalmente, sono convinta che i vaccini anti-influenzali possano essere di grande utilità per chi è anziano o abbia alcune gravi patologie che potrebbero impedirgli di affrontare un’influenza contando solo sul suo sistema immunitario, ma sarebbe interessante capire che tipo di verifiche siano fatte dalla NOVARTIS in questo caso, ma anche da altre multinazionali del farmaco che producono vaccini prima che questi medicamenti di profilassi lascino il luogo dove sono prodotti.









(rielaborazione notizia Televideo, 28 novembre, ore 01.05, pagina 141 e Repubblica on-line)

0 commenti:

Posta un commento