BENVENUTI SU ITALIA-LIBERA

venerdì 7 novembre 2014

Astronomia: la materia oscura “evapora” in energia e “gonfia” l’Universo

La materia oscura ‘evapora’ in energia oscura spingendo così l’Universo a espandersi: sono le conclusioni a cui è giunto un gruppo di ricerca dell’Università Sapienza di Roma e di Portsmouth, pubblicato su Physical Review Letters e che potrebbe risolvere uno dei più grandi enigmi dell’Universo.
Esiste una ‘forza misteriosa’ che spinge l’Universo ad accelerare, un fenomeno in parte spiegato dai cosmologi ma i cui modelli non coincidono pienamente da quanto e’ stato osservato. Analizzando i dati ottenuti dal telescopio Planck, dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), e quelli dello Sloan Digital Sky Survey, lo Studio condotto da Valentina Salvatelli e Najla Said potrebbe ora aver trovato una soluzione a questo enigma. “Se supponiamo – ha spiegato Alessandro Melchiorri, astrofisico della Sapienza e uno dei responsabili dello Studio – che nel corso del tempo la materia oscura si trasformi in energia oscura riusciamo a spiegare queste incongruenze”. L’idea dei ricercatori era stata gia’ proposta nel passato ma e’ la prima volta che l’ipotesi trova riscontri con i dati, molto accurati, ottenuti da Planck. “Si tratta ovviamente di una ipotesi – ha proseguito Melchiorri – e attendiamo i nuovi dati della missione Planck previsti per dicembre che potrebbero darci un maggior supporto”. Se l’ipotesi che la materia oscura ‘evapori’ in energia venisse ulteriormente supportata, non solo si riuscirebbe a risolvere il mistero dell’espansione accelerata dell’universo ma si potrebbe capire qualcosa in piu’ su cosa siano materia ed energia oscura, ‘entita” sfuggenti mai osservate finora ma che secondo gli astronomi costituirebbero circa l’80% dell’Universo.

0 commenti:

Posta un commento